Translate

lunedì 3 maggio 2021

1 Maggio 2021 Neive - Inaugurazione mostra in ricordo di Romano Levi - foto e link utili

Nonostante il tempo avverso di Sabato 1° Maggio, il pubblico non è mancato per omaggiare il grappaiolo angelico al Museo Casa della Donna Selvatica.

All'inaugurazione sono intervenuti il dottor Pier Gianni Benso e l'ingegnere Ferro moderati dal sindaco Annalisa Ghella.

A presentazione ultimata ci siamo diretti alla Torre dell'Orologio dove siamo saliti fino in cima per gli 89 gradini ammirando quadretti con la Donna Selvatica serigrafie a tiratura limitata e leggendo sui pannelli, posti lungo le pareti, le testimonianze di personaggi, amici, produttori di Barolo e Barbaresco, che hanno incontrato Romano Levi e ce l'hanno raccontato attraverso aneddoti, ricordi e sempre con orgoglio.

La mostra si snoda nella suggestiva cornice della Torre dell'Orologio di Neive e nei locali della Casa Museo della Donna Selvatica dove al piano terra si potranno ammirare diverse etichette originali di Romano Levi e di artisti che hanno rivisitato la Donna Selvatica tra cui quelle del noto cantautore Paolo Conte.
Al primo piano si potrà guardare il cortometraggio "Il poeta della grappa" di Stefano Scarafia realizzato col sostegno di Regione Piemonte e Film Commission Torino Piemonte, le foto scattate dall'amico e fotografo Bruno Murialdo, opere di Alessandro Lupano e diverse bottiglie storiche dove fra tutte spicca una delle poche etichette scritte a mano dalla sig.ra Sabina (le prime in assoluto, se ne contano pochi esemplari in circolazione).

Vi lascio col link dell'articolo pubblicato da Silvana Fenocchio per la Gazzetta d'Alba ed alcune foto dell'evento.

Continuate a seguirci !


Da sinistra: Luigi Ferro, il vice sindaco Francesco Bordino, Luigi Schiappapietra per la Distilleria Romano Levi, il sindaco Annalisa Ghella e Piergianni Benso

Particolare Donna Selvatica presso il Museo Casa della Donna Selvatica

Ingresso alla Torre dell'Orologio

Testimonianza di Andrea Bocelli

Vista dalla Torre dell'Orologio

Serigrafie ad edizione limitata e firmata di Donne Selvatiche

Totem con etichette originali e pannelli descrittivi







venerdì 30 aprile 2021

1 Maggio 2008-2021 Inaugurazione mostra in ricordo di Romano Levi

Inaugura il 1 Maggio 2021 ore 11.00 presso il Museo “Casa della Donna Selvatica” in Piazza Italia - Neive (CN) la Mostra dedicata alla figura di Romano Levi, artista, poeta e grappaiolo. Il 1° Maggio 2021, nell’occasione del tredicesimo anniversario della scomparsa di Romano Levi, si apre a Neive un’esclusiva Mostra che desidera mettere in risalto, attraverso testimonianze di personaggi di diversa estrazione e cultura e innumerevoli disegni originali, la sua eccezionale figura di uomo, unitamente a quelle di artista, poeta e grappaiolo.

L’esposizione sarà visitabile fino al 20 Giugno 2021. Le testimonianze che danno vita alla Mostra sono state spontaneamente dedicate al grande spirito poetico di Romano Levi che egli sapeva esprimere in modo naturale e carismatico. Uno spirito che avvolgeva ed estasiava l’interlocutore rendendo l’incontro una vera e propria esperienza di vita e di sentimenti. Molte testimonianze esaltano la sua abilità pittorica evidenziando quella vena artistica che in più occasioni ha distinto la figura di Romano Levi come fosse un poeta della grappa o, come disse Luigi Veronelli, il Grappaiol’Angelico.

La sua misteriosa “Donna selvatica che scavalica le colline” rappresentata in innumerevoli disegni, è l’espressione grafica di sentimenti, di incontri e di avvenimenti che hanno segnato una buona parte della storia delle Langhe. Una complessa personalità quella di Romano Levi che può essere raccolta attorno ad una sua famosa frase: “Grazie che ci siamo incontrati” che esprime il suo modo autentico di sentire i rapporti umani come un valore insostituibile, dove l’incontro è vissuto come un regalo, un’esperienza di cui esserti grato per l’arricchimento che l’averti incontrato mi procura. Appare alla luce dei nostri giorni un mondo senza violenza, né verbale né fisica, in un ambiente di serenità e di valori personali e sociali fortemente radicati.

La Mostra desidera mettere in luce questi aspetti intangibili della figura di Romano Levi insieme a quelli più immediati espressi dalla sua opera, quasi inconsapevole, di artista e di produttore di un distillato realizzato con metodi antichi, come fosse questo il modo migliore per restare legato alla sua famiglia, alla sua terra, alla sua storia. La Mostra si snoda nella suggestiva cornice della Torre dell’Orologio di Neive attraverso l’esposizione di numerosi pannelli che narrano, con il supporto di evocativi scatti fotografici, le testimonianze rilasciate dai grandi vignaioli delle Langhe, da giornalisti e scrittori, ma anche da imprenditori ed artisti.

Informazioni

La Torre detta “dell’Orologio”, di proprietà comunale, risale al XIII secolo ed in origine apparteneva alle fortificazioni del borgo medioevale realizzate dagli Astesi. In seguito fu torre civica e infine campanaria. Gli 89 gradini che risalgono i 20 metri di altezza, permettono agevolmente di raggiungere la loggia panoramica da cui lo sguardo domina la Langa del Barbaresco e larga parte del Roero.

L’Ufficio turistico di Neive propone un’interessante passeggiata accompagnata alla Mostra , alla Torre , al borgo di Neive e , per chi lo desidera, alla Distilleria, tuttora attiva, in cui Romano Levi ha vissuto ed espresso la sua arte e poesia umana.

Contatti

Informazioni, biglietti e ingressi: Ufficio Turistico Piazza Italia – Neive
Tel. 0039 339 7734987 ; neive@tourbante.com
La Mostra è visitabile nei seguenti giorni/orari: Venerdì, Sabato, Domenica, Lunedì, Martedì 10.00-13.00 / 14.00-17-00 Altri giorni e orari su prenotazione.

La Mostra è realizzata con il Patrocinio:

• del “ Comune di Neive”,
• Bandiere Arancioni Touring Club
• Borghi più belli d’Italia

Seguiteci su Instagram e registratevi all'evento su Facebook !

Vi aspettiamo numerosi e buon 1° Maggio a tutti ! ! !